giovedì 26 gennaio 2012

Dignità

I samurai avevano forte il concetto di onore; loro, per riparare a un errore e avere salvo l'onore, erano disposti persino ad uccidersi.
Ecco, io viziata donna occidentale trovo questo un po' eccessivo e di certo non auspicabile, tuttavia ritengo che coltivare la propria dignità sia doveroso per chiunque.

E' ora di smetterla di fare gli zerbini per il capo, il compagno o chiunque altro arrivi nella nostra vita convinto di poter fare il bello e il brutto tempo.
E' ora di iniziare a coltivare i nostri spazi vitali, è ora di iniziare a provare rispetto per noi stessi prima che per gli altri, è ora di riscoprire la dignità.

Troppo spesso vedo persone impantanate con partner che le umuliano e le considerano in modo troppo superficiale (partener che invece per lo più sono trattati come semidivinità scese in Terra per illuminarci con la loro presenza). Questo non va bene, questo non è accettabile.
Non è dignitoso avere un compagno (o una compagna) che non si impegna per trattarci al meglio delle sue possibilità.; non è decoroso farsi trattare come bimbetti ritardati dalla persona che amiamo; non è giusto, anzi, è profondamente sbagliato accettare passivamente che il nostro compleanno, l'anniversario o una qualsiasi festività per noi importante non venga celebrata adeguatamente.

Detto questo, se vi trovate a vivere l'incubo di una relazione umana con gente che non riconosce il vostro valore, vi sottovaluta, sorride accondiscendente di fronte al vostro operato, non manifesta reale interessamento a voi e a ciò che fate valutate seriamente di escluderla dal vostro eden emozionale.

Un bacio e un abbraccio a tutti miei giovani padawan

2 commenti:

  1. Basta amare il prossimo come noi stessi e rammentare che siamo esseri relazionali, quindi in continuo rapporto "io-tu".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo, è certamente un atteggiamento corretto

      Elimina